loading ...
Tap

Cosa succede quando vivi all’estero.

vivere all'estero

Questo post è una traduzione, autorizzata, del seguente articolo : What happens when you live abroad.

quando 300x225 Cosa succede quando vivi allestero.Una caratteristica comune tra le persone che vivono all’estero e’ quella di ritrovarsi affollati nei bar o ristoranti e chiacchierare non solo della propria madre patria, ma anche delle proprie esperienze di vita. Puo’ sembrar strano,ma anche se questi gruppi di expats non provengono necessariamente dallo stesso paese, molto spesso la comune esperienza da expat e’ sufficiente a legarli e a porre le basi per una forte amicizia. Conosco un bel gruppo di expats in America, ed e’ rassicurante vedere che anche qui in Europa i bar “stranieri” sono riempiti dallo stesso calore e stesso carattere nostalgico.
 
Ma una cosa che indubbiamente esiste tra di loro, qualcosa che resta tacita nonostante tutti gli incontri e le uscite, e’ la paura. C’e una palpabile paura nel vivere in un nuovo paese, e anche se e’ piu’ forte nei primi mesi o addirittura nel primo anno, con il passare del tempo non ti abbandona mai completamente. Semplicemente cambia. L’ansia che un tempo era concentrata sul “come farsi nuovi amici“, sul sistemarsi e su come impratichirsi con la lingua del posto, si trasforma nella ripetitiva domanda “Cosa mi sto perdendo?“. Quando ti stabilisci nel nuovo paese e con la tua nuova vita, con il passare del tempo ci si chiede meno da quanto tempo vivi qui e molto piu’ da quanto tempo sei andato via, tu ti rendi conto che la vita a “casa” e’ andata avanti senza di te. Le persone sono cresciute, si sono trasferite, si sono sposate, sono diventate persone completamente diverse, proprio come te.
E’ difficile negare che il fatto che vivi in un altro paese con un’altra lingua, fondamentalmente ti cambia. Diverse caratteristiche della tua personalita’ si mescolano e sorgono alla superficie, e tu ti arricchisci di nuove qualita’, maniere e opinioni che definiscono le nuove persone intorno a te. E non c’e niente di sbagliato in questo; e’ parte delle ragioni per cui sei andato via. Volevi migliorarti, cambiare qualcosa, mettere te stesso in una nuova situazione scomoda che ti avrebbe spinto in una nuova fase della tua vita.
Molti di noi lasciano il proprio paese perche‘ vogliono scappare. Costruiamo una grossa cerchia di persone intorno a noi, di posti e di argomenti ripetuti fino all’infinito negli stessi cinque posti di sempre, dai quali non riusciamo a fuggire. Ci sono solo un sacco di ponti che sono stati bruciati, degli amori rovinati e dolorosi o ristoranti ai quali hai provato i piatti del menu almeno dieci volte – l’unico modo per scappare e ripartire da zero e’ andare dove nessuno ti conosce e nessuno ti chiedera’ chi tu sia’. E mentre e’ cosi rigenerante ed esilarante sentir di poter essere chi davvero vuoi essere e arrivare senza il bagaglio del tuo passato, ti rendo conto quanto di te era basato sul posto piu’ di ogni altra cosa.
Cammini per strada da solo o mangi a tavoli per una persona – magari con un libro o magari senza – vieni lasciato da solo per ore, e le tue giornate terminano con nient’altro che i tuoi pensieri. Inizi a parlare a te stesso, facendoti domande e dandoti risposte, parlando delle attivita’ quotidiane con una lentezza e una riconoscenza mai tentata prima. Anche solo andando al supermercato –  in un nuovo ed eccitante posto, con una diversa lingua e da solo- diventa un’elettrizzante attivita’. Ricominciare da zero e ricostruire tutto, imparare di nuovo come vivere e andare avanti nelle normali attivita’ quotidiane, proprio come un bambino. fondamentalmente ti cambia. Si, le persone ed il nuovo posto avranno effetti su di te, su chi tu sei e su quello che pensi, solo poche cose sono piu’ profonde del ricominciare di nuovo ed avvicinarsi al fatto di ricominciare una nuova vita. Non ho ancora conosciuto una persona che non si sia calmata grazie ad una esperienza del genere. Quando ti trasferisci in un nuovo posto e ricominci da capo riesci a guadagnare benessere e sicurezza; ed anche la consapevolezza che – qualunque cosa accada nel resto della tua vita – tu sei stato capace di prendere quel volo e atterrare delicatamente almeno una volta.
Ma ci sono le paure. E si, la vita e’ andata avanti senza di te, Piu’ tempo stai nella tua nuova casa e piu’ profondi saranno questi cambiamenti. Vacanze, compleanni, matrimoni – ogni occasione che tu ti perdi improvvisamente diventa una spunta ad una interminabile risma di fogli. Un giorno ti guardarai indietro e ti renderai conto di quante cose sono successe durante la tua assenza e quante ne sono cambiate. Ti sembrera’ sempre piu’ difficile chiacchierare con le persone che erano tra i tuoi piu’ cari amici e lo scherzare con loro ti sembrera’ sempre meno familiare – sei diventato un estraneo. Ci sono quelli che sono rimasti cosi tanto da non poter tornare indietro. Tutti conosciamo expats che vivono nel nuovo paese da circa 30 anni e che sembrano aver ormai rimpiazzato gli anni mancati nel paese di origine con una completa immersione nel nuovo paese. Si, tecnicamente loro sono immigrati. Tecnicamente i loro certificati di nascita li collocherebbero in un paese completamente diverso. Ma e’ innegabile che qualsiasi sia la vita lasciata a casa, sara’ difficile riuscire a rimettere i pezzi insieme. Quella vecchia persona e’ andata via e reallizzi ogni giorno che poco a poco ti avvicini sempre piu’ a te stesso – anche se non e’ quello che vuoi.
Cosi guardi la tua vita e i due paesi che la trattengono, realizzi che adesso sei due persone distinte. Per quanto i due paesi ti rappresentino e riempiano diverse parti della tua vita e cosa ti piace della vita, per quanto abbia formato legami indistruttibili con persone in entrambi i posti, per quanto tu ti senta a casa in tutti e due i paesi, rimarrai sempre diviso in due. Per il resto della tua vita, o almeno questa e’ la sensazione che avrai, passerai il tuo tempo tra la nostalgia di un paese e l’attesa di poter ritornare per almeno qualche settimana e rituffarsi nella persona che eri prima. Ci vuole molto tempo per riuscire a ritagliarti una nuova vita in un qualsiasi altro posto nuovo e la cosa non puo’ morire solo perche’ hai un fuso orario diverso. Le persone che sono entrate a far parte della tua vita nel nuovo posto, continueranno ad avere lo stesso valore per te anche quando sei lontano da loro.
Quando vivi all’estero ti rendi conto che, a prescindere dal posto in cui ti trovi, sarai sempre un expat. Ci sara’ sempre una parte di te alla quale manchera’ casa e che aspetta nascosto fino al momento in cui riuscira’ a respirare e vivere di nuovo a pieni colori nel paese di appartenenza. Vivere in un nuovo posto e’ bellissimo ed elettrizzante, puo’ mostrarti che puoi vivere ed essere chiunque tu voglia – secondo le tue condizioni. Puo’ regalarti la liberta’, un nuovo inizio, curiosita’ ed eccitazione. Ma partire e prendere l’aereo non arriva senza un prezzo. Non puoi trovarti in due posti diversi allo stesso momento, e da adesso in poi ci saranno sempre notti in cui rimarrai sveglio a guardare il soffitto ripensando a tutte le cose che ti mancano.
Traduzione : Lorena.
Autrice : Chelsea Fagan.
Foto : Flickr

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *