loading ...
Tap

Come trovare alloggio all’estero

Prima di partire l’emozione è tanta, ma per quanto una buone dose di entusiasmo ed adrenalina siano un ottimo propulsore per la partenza, non bisogna perdere di vista l’obiettivo finale. È importante informarsi su quanto verrà richiesto nella nazione in cui ci si trasferirà: documentazioni, conto in banca, iscrizione all’AIRE.

Una occupazione la si trova spesso anticipatamente, si parla di universitari con progetti Erasmus, master o dottorati di ricerca, oppure dei più fortunati lavoratori che hanno ottenuto uno stage, o un trasferimento oppure hanno trovato lavoro da casa.

Un elemento fondamentale che è sempre stato molto difficile trovare da casa è proprio… la casa. Tutti gli expat ci sono passati: giorni, se non settimane, passati a dormire in ostello, sballottati da un dormitorio all’altro, oppure sul divano a casa di amici, mettendo a dura prova la resistenza della propria schiena e dell’amicizia.

holiday house 177401 1280 1 Come trovare alloggio all’estero

Fortunatamente ora tutto questo è diventato obsoleto, infatti grazie al servizio di Uniplaces è possibile trovare un alloggio all’estero prima ancora di lasciare casa. Il funzionamento è semplice: si seleziona la città di destinazione e le date di inizio e fine soggiorno, e apparirà una lista di strutture di ogni tipo tra cui scegliere, dalle stanze in appartamenti condivisi ad appartamenti privati. Le camere in condivisione sono in genere le opzioni più gettonate, non solo per la loro economicità ma per l’opportunità di conoscere immediatamente altre persone. Sono spesso i coinquilini ad essere il primo gruppo di amici in un nuovo paese ma anche delle preziose fonti di contatti con cerchie di persone al di fuori di quelle che si conoscono per l’università o per il lavoro.

I periodi di permanenza sono sempre di medio-lungo termine quindi è possibile che nel giro di pochi mesi possiate vedere un diversi coinquilini andare e venire, ottimo per avere più opportunità di conoscere gente e magari per liberarvi di qualcuno che non vi sta particolarmente simpatico!

Gli annunci sul sito sono completi di una descrizione molto dettagliata, e sono corredati da fotografie professionali fatte da fotografi selezionati e approvati proprio da Uniplaces, in modo da rendere superflue le visite di persona. Alcuni annunci hanno persino dei video che renderanno la vostra visita virtuale ancora più realistica.

Il contatto con il proprietario di casa avverrà quindi online, con la mediazione – se necessario – del team di customer service, in modo così da eliminare anche ogni eventuale problema linguistico di comunicazione.

Come scegliere l’appartamento

Scegliere una stanza in una città nuova può essere un bel grattacapo: come si fa a sapere quali sono le zone migliori, e come si fa a sapere quali sono le più comode e meglio collegate con i mezzi di trasporto?

La prima cosa da fare, molto semplicemente, è restringere la ricerca alla zona dove si trova la vostra università o il vostro posto di lavoro, magari siete abbastanza fortunati da trovare un alloggio così vicino che ci potrete arrivare a piedi. Se questo non è il caso potreste iniziare cercando le zone da cui è più facile raggiungere il luogo in cui vi recherete più spesso. Gli strumenti più utili sono le app come Citymapper, presente in tutte le principali città, oppure semplicemente google maps, che aiuta a calcolare il tragitto da A a B utilizzando i mezzi pubblici.

Per quanto riguarda le zone migliori bisogna avere un’idea di quello che si cerca: preferite un quartiere tranquillo o preferite essere nel mezzo della vita notturna? Là fuori è pieno di blog, scritti da persone locali ma anche da expat, dove potrete leggere quello che cercate e fare domande. Buona ricerca e buon viaggio!

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *