loading ...
Tap

2 milioni di posti di lavoro in Europa, ma mancano i lavoratori.

lavoro europa

Disoccupazione in Europa? Si ma perche’ mancano le abilità. Questo è il risultato del New York Times, a seguito di un’attenta analisi sulla disoccupazione in Europa, dalla quale sono emersi circa 2 milioni di posti di lavoro vacanti.

skills graphic superJumbo 149x300 2 milioni di posti di lavoro in Europa, ma mancano i lavoratori.Un esempio su tutti e’ l’Irlanda che, dopo aver perso posti di lavori per via della crisi, ora non riesce a riempire le richieste delle grandi aziende tecnologiche per mancanza di lavoratori qualificati. Questo sta portando le aziende a cercare al di fuori dei confini nazionali o ad assumere gente non esattamente qualificata per quel lavoro.

Naturalmente parliamo soprattutto dei nuovi lavori e delle nuove posizioni, come ad esempio nel campo IT, dove l‘Unione Europea prevede circa 900000 posizioni vacanti entro il 2015.

Insomma, a quanto pare il lavoro c’e’ -anche se si parla principalmente di IT- e con il boom di queste nuove startup e la nascita di nuovi lavori dovuti alle nuove tecnologie, pare abbastanza normale che possa esserci mancanza di manodopera qualificata per determinati lavori.

Il caso dell’Irlanda stupisce e non poco perche’ di fronte di centinaia di migliaia di posti di lavori persi negli ultimi 5 anni per via della crisi, se ne sono creati almeno 200000 nuovi. Grazie soprattutto a grandi aziende come Apple, IBM e PayPal -giusto per citarne alcuni-, anche se questi posti rischiano di rimanere vacanti visto che mancano le persone con le giuste qualita’ per ricoprirli.

Questa estate il Chief executive di Paypal, Louise Phelan, ha confermato che la propria azienda ha dovuto assumere 500 impiegati da altri paesi e farli arrivare in Irlanda perche’ non riusciva a trovare personale qualificato in quello stesso paese.
Tutto ciò ha scatenato qualche protesta, visto che ci sono settori come quello delle costruzioni che sono stati completamente devastati dalla crisi, con la disoccupazione salita al 12.5%.

Il motivo principale di questa mancanza di skills e’ che molte aziende stanno sviluppando nuove tecnologie e spesso chi si candida non ha ancora abbastanza conocenze delle stesse o comunque non e’ preparato sufficientemente.
Al contrario, alcuni studi hanno dimostrato che anche i lavori in campo tecnologico a Dublino, siano stati presi dai lavoratori stranieri perche’ meglio qualificati. Il governo Irlandese e’ corso ai ripari proponendo nuove norme e training per i lavoratori, soprattutto nell’IT, in modo da essere preparati. Un esempio e’ l’azienda di software VMware che di recente ha preparato training per 180 persone da cui poi ne ha assunte 82.

In conclusione, sembra che il lavoro in IT in Europa esita, ma non esistono le persone adatte ad occuparsene.  Se lavori in IT ora e’ il momento migliore per candidarti e provarci in Europa.

L’immagine mostra la mancanza di lavoratori in IT, a seguito a un recente studio della commissione Europea.

Foto : European commission.

Fonte : New York Times.

Commenti

comments

One thought on “2 milioni di posti di lavoro in Europa, ma mancano i lavoratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *